dom

18

ott

2015

Vitaros, innovativa opportunità terapeutica per la disfunzione erettile

Da pochi giorni è disponibile anche in Italia Vitaros, farmaco per uso topico che offre una nuova alternativa terapeutica ai pazienti che soffrono di disfunzione erettile. Il principio attivo alprostadil, analogo della prostaglandina PGE1 ad attività vasodilatante, è da tempo conosciuto per la sua azione locale pro-erettile e viene da tempo impiegato in formulazioni iniettive (iniezioni intracavernose) e topiche intrauretrali (gel intrauretrale). Qual’è la novità? Vitaros associa al suo interno alprostadil con DDAIP (dodecil dimetilamino propionato) che permette alla cute e alle mucose del pene di assorbire rapidamente il principio attivo. L’effetto del farmaco infatti compare già dopo 5 minuti dalla somministrazione e perdura fino a 2 ore.

 

Vitaros è commercializzato sotto forma di crema 3 mg/g in contenitori monodose dotati di stantuffo. L’applicazione della quantità predosata di farmaco avviene apponendo la crema sul meato uretrale mantenendo il pene in posizione verticale per circa 30 secondi, in modo tale di favorire la penetrazione del farmaco. In caso una piccola quantità di crema fosse eccedente può essere spalmata sulla cute circostante il meato. Il farmaco deve essere conservato in frigorifero ma le bustine possono essere tenute a temperatura ambiente (entro i 25°) fino a 3 giorni prima dell’utilizzo.

I primi studi clinici hanno dimostrato l’efficacia di questa innovativa formulazione topica di alprostadil per il trattamento dei pazienti con disfunzione erettile lieve-moderata. Il farmaco è dotato di un’ottima tollerabilità, grazie ad un assorbimento sistemico trascurabile e gli effetti collaterali sono minimi, costituiti essenzialmente da reazioni locali quali eritema, gonfiore e bruciore. Solo il 2% degli eventi avversi è stato riferito dalla partner, principalmente correlato a bruciore vaginale lieve e di breve durata. E’ importante segnalare che in caso di rapporti con donne in età fertile è raccomandato l’utilizzo del condom.

 

Vitaros rappresenta senza dubbio una interessante novità nel trattamento della disfunzione erettile, che si associa alle sempre efficaci terapie tradizionali. La semplicità di utilizzo può costituire il punto di forza di questa nuova formulazione di alprostadil. Non è da nascondere infatti che molti pazienti considerano poco pratica o troppo invasiva l’iniezione intracavernosa o la somministrazione intrauretrale di alprostadil, al punto che proprio per questi motivi alcuni rinunciano alla terapia.