Chi si sottopone a vasectomia è maggiormente soggetto a disfunzioni sessuali?

Alcuni uomini temono che l’intervento di vasectomia, eseguito a fini contraccettivi, sia associato allo sviluppo di disfunzioni sessuali. La correlazione tra vasectomia e disfunzioni sessuali è stata studiata attraverso differenti modalità. Nessuno studio ha esaminato se specifici disturbi sessuali, come il dolore durante i rapporti o la difficoltà a raggiungere l’orgasmo, siano più frequenti negli uomini vasectomizzati.

 

Uno studio soltanto, condotto in Brasile nel 2005, ha valutato la funzione erettile degli uomini candidati ad intervento di vasectomia a scopo contraccettivo prima e dopo la procedura. I partecipanti allo studio hanno compilato il questionario IIEF (International Index of Erectile Function, strumento validato per la valutazione della funzione erettile) prima e 90 giorni dopo l’intervento. Il punteggio medio relativo al questionario è risultato 64.04 e 65.64 rispettivamente prima e dopo la procedura, differenza statisticamente significativa. Il 67% dei pazienti ha migliorato il proprio punteggio, il 17% ha riportato punteggi invariati e il 16% ridotti. Gli aspetti della funzione sessuale che hanno mostrato un miglioramento significativo sono stati il desiderio e la soddisfazione sessuale.

Ricerche più recenti hanno rilevato che la soddisfazione sessuale non appare condizionata dalla vasectomia, senza differenze significative tra la misurazione pre e post intervento riguardanti la soddisfazione sessuale, la soddisfazione coniugale, la comunicazione e la frequenza dei rapporti sessuali.

 

Alcuni autori hanno indagato se gli uomini sottoposti a vasectomia sono più soggetti a disfunzioni sessuali rispetto agli uomini non vasectomizzati. In Australia nel 2010 è stata condotta una ricerca basata sulla popolazione generale: 3390 uomini sono stati contattati telefonicamente o via internet e intervistati sulle proprie esperienze sessuali. La vasectomia è stata riportata dal 25,1% degli intervistati, di cui il 70% erano uomini tra i 40 e 59 anni. Lo studio ha rilevato che essere stati sottoposti a vasectomia non correla con nessun specifico disturbo sessuale, come ad esempio diminuito interesse verso la sessualità o difficoltà a raggiungere l’orgasmo.

 

In conclusione, nonostante gli uomini che scelgono di sottoporsi a vasectomia a scopo contraccettivo possano temere ripercussioni sulla propria sessualità, gli studi dimostrano che la soddisfazione sessuale appare invariata dopo l’intervento. Inoltre le disfunzioni sessuali non sono maggiormente prevalenti negli uomini vasectomizzati rispetto agli uomini non vasectomizzati.

 

 

Bertero E et al. Assessment of sexual function in patient undergoing vasectomy using the international index of erectile function. Int Braz J Urol 2005; 31: 452-8.

Hofmeyr DG et al. The influence of a vasectomy on the marital relationship and sexual satisfaction of the married man. J Sex Marital Ther 2002; 28: 339-51.

Smith A et al. Are sexual problems more common in man who have had a vasectomy? A population-based study of Australian men. J Sex Med 2010; 7: 736-42.