Il trattamento chirurgico per le apnee notturne potrebbe essere più efficace dei trattamenti medici nel migliorare la disfunzione erettile

I ricercatori koreani hanno scoperto che il trattamento chirurgico per il trattamento della sindrome delle apnee ostruttive notturne (OSAS) potrebbe essere più efficace delle terapia non chirurgiche nel migliorare la disfunzione erettile.

 

Lo studio pilota riguarda 56 uomini con più di 20 anni e diagnosi di OSAS. 30 uomini sono stati sottoposti a uvulopalatofaringoplastica (UPPP), un intervento che amplia le vie aeree rimuovendo il tessuto grasso in eccesso posteriormente alla faringe. I restanti uomini hanno ricevuto il trattamento notturno con cPAP (ventilazione con pressione positiva) e dispositivi per l'avanzamento della mandibola.

Ogni partecipante allo studio ha compilato un questionario riguardante la funzione sessuale e la qualità di vita prima del trattamento e dopo 4 e 9 mesi.

 

Gli uomini sottoposti ad intervento hanno riportato un significativo miglioramento della funzione erettile. Tutti i partecipanti hanno riportato un miglioramento della qualità di vita.

 

Gli autori hanno comunque riconosciuto che i loro risultati si basano su un gruppo di pazienti limitato. Deve essere considerato che le OSAS sono un potenziale maggiore fattore di rischio per la disfunzione erettile e che la disfunzione erettile può essere risolta trattando le OSAS. Ulteriori studi su un maggior numero di pazienti potranno confermare questa ipotesi.

 

Lo studio è stato pubblicato online su The Journal of Sexual Medicine alla fine di marzo.

 

J Sex Med. 2013 Mar 27.

Effects of Surgical vs. Nonsurgical Therapy on Erectile Dysfunction and Quality of Life in Obstructive Sleep Apnea Syndrome: A Pilot Study. Shin HW, Park JH, Park JW, Rhee CS, Lee CH, Min YG, Kim DY. Department of Otorhinolaryngology, Seoul National University College of Medicine and Sensory Organ Research Institute, Seoul, Korea; Department of Pharmacology, Seoul National University College of Medicine and Ischemic/Hypoxic Disease Institute, Seoul, Korea.